Clementinum: Storia, Cosa Vedere e Come Arrivare

Aggiornato il:

clementinum praga

Il Clementinum (o Klementinum) è uno dei complessi architettonici più importanti della Repubblica Ceca e vale assolutamente la pena programmare una visita durante la propria vacanza a Praga. I turisti possono scegliere di visitare questo complesso di edifici in autonomia o di prenotare una visita guidata. Si trova a Staré Město (Città Vecchia), ed è quindi facilmente raggiungibile da ogni angolo della città.

Abbiamo deciso di scrivere un approfondimento sul Clementinum, per raccogliere informazioni sulla storia di questo complesso architettonico e sui principali punti di interesse. In questo articolo di approfondimento daremo inoltre indicazioni su come raggiungere il complesso.

La storia

La storia del Clementinum parte nel 1232, anno in cui i domenicani presero il controllo della Chiesa di San Clemente, il che spiega l’origine del nome di questo complesso architettonico. Il Clementinum è passato alla storia come casa dell’ordine dei Gesuiti. Il convento di San Clemente, che fa parte di questo complesso di edifici, è la chiesa gesuita più antica di Praga.

Nel 1556 Ferdinando I acquistò il Klementinum e decise di renderlo il cuore della rinascita della chiesa cattolica nella Repubblica Ceca. Divenne luogo di insegnamento di diverse materie, tra cui la teologia, l’ebraico, la retorica e la filosofia.

Nel 1562 Ferdinando I decise di trasformare questo collegio in una vera e propria accademia. L’imperatore la divise in due aree distinte, nello specifico San Venceslao per la formazione degli studenti di famiglie povere e San Bartolomeo per la formazione dei rampolli delle famiglie facoltose.

Nel 1773 l’ordine dei gesuiti venne abolito e così ai gesuiti che vivevano nel Klementinum fu chiesto di trasferirsi. Il Clementinum continuava intanto ad essere luogo di istruzione e sede dell’Università, divisa prima in una parte ceca e una tedesca e successivamente ridotta nel 1882 alla sola sezione ceca. Nel 1993 ci fu il trasferimento della Facoltà di Lettere in un edificio differente. Da allora il Clementinum non è più sede universitaria, ma ospita la biblioteca nazionale ceca.

Cosa vedere nel Clementinum

Per organizzare al meglio la propria visita è utile informarsi su cosa vedere nel Klementinum. Scegliendo di seguire il tour guidato sarà la guida a mettere in risalto gli elementi più importanti di questo complesso, mentre optando per la visita in autonomia si dovrà arrivare un minimo preparati.

Cappella degli specchi

La cappella degli specchi è uno dei luoghi da ammirare durante la visita del Clementinum. Questa sala barocca fu realizzata nel 1724 e fu decorata con numerosi specchi, statue e affreschi. Una particolarità della cappella degli specchi è l’acustica di alto livello, che è stata volutamente ricercata per poter usare quest’area per ospitare concerti.

Nella cappella degli specchi ci sono due organi del XVIII secolo, uno dei quali è stato suonato anche da Mozart. La cappella è tuttora in uso, vengono ospitati di frequente dei concerti di musica classica. E’ possibile prendere parte a questi eventi culturali acquistando il biglietto.

Biblioteca nazionale

libreria nel clementinum
Bruno Delzant, CC BY 2.0 https://creativecommons.org/licenses/by/2.0, via Wikimedia Commons

Il Clementinum ospita la biblioteca barocca, realizzata negli anni 1781-1782. Nel 1918 questa biblioteca entrò a far parte del patrimonio della Repubblica Ceca e nel 1990 divenne la biblioteca nazionale. Lo stile della biblioteca rispecchia tutti i canoni del barocco. Degno di nota è il refettorio scelto come luogo per la lettura.

La biblioteca nazionale vanta oggi oltre 6 milioni di volumi, la maggior parte dei quali di grande interesse storico e culturale. Tra i documenti più importanti si segnalano alcuni scritti dell’astronomo Tycho Brahe, dei documenti sul teologo Comenius e dei manoscritti di Mozart. La sala barocca è la sala principale della biblioteca e raccoglie circa 20.000 libri. Oltre a questa sala della biblioteca vi sono diverse altre sale in cui i volumi sono organizzati per data o per argomento trattato.

Torre astronomica

Fa parte del Klementinum anche la torre astronomica, che con i suoi 172 scalini ei suoi 68 metri di altezza consente di raggiungere un punto di osservazione unico, con una vista mozzafiato sulla capitale della Repubblica Ceca. La visita della torre astronomica è una delle attività da non perdere a Praga.

Prezzi biglietto Clementinum e orari

Il complesso Klementinum è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00. A seconda dei mesi dell’anno ci possono essere delle variazioni, si suggerisce quindi di controllare sul sito ufficiale per programmare al meglio il proprio viaggio.

Il prezzo del biglietto per adulti è di circa € 12,50. È previsto uno sconto a circa € 8,30 per gli studenti e per i visitatori over65, mentre l’ingresso per i bambini minori di sei anni è gratuito. I possessori della Prague Card potranno ricevere uno sconto del 25%.

Come arrivare

Il Klementinum si trova a Karlova 1, in una posizione semplice da raggiungere. Generalmente ai turisti viene consigliato di muoversi con i mezzi pubblici, un metodo di trasporto veloce, economico e sicuro.

La prima opzione per raggiungere Clementinum con i mezzi pubblici è la metropolitana. La fermata della metro più vicina è Staroměstská, che si trova sulla linea A. In alternativa questo complesso si può raggiungere con il tram, scegliendo le linee 17 e 18.

Il complesso di edifici può essere anche raggiunto a piedi. È probabile che non ci si trovi a molta distanza da questo luogo, dal momento che nelle vicinanze del Klementinum ci sono alcune delle attrazioni più famose della capitale della Repubblica Ceca. Tra queste si possono ricordare il cimitero ebraico di Praga, la piazza della città vecchia e il ponte carlo. Per il castello di Praga è necessaria invece una passeggiata di circa venti minuti.

Cosa vedere nelle vicinanze