Piazza della Città Vecchia: Attrazioni da Non Perdere e Come Arrivare

Aggiornato il:

piazza della città vecchia a praga

Non si può dire di aver visitato Praga se non si è stati almeno una volta nella piazza della Città Vecchia o Staromestske Namesti. Da molti abitanti del luogo questa piazza è considerata il cuore della città, luogo di incontri, di scambio culturale e di festa.

Abbiamo pensato di scrivere una guida completa dedicata a tutti i turisti che stanno organizzando il loro viaggio alla scoperta di una delle città più belle in Europa. In questa guida ci focalizzeremo sulla piazza della Città Vecchia, sulla sua storia e su tutte le attrazioni che si possono vedere nelle vicinanze.

Storia della piazza

La storia della piazza della Città Vecchia è molto antica. Le prime testimonianze storiche fanno riferimento al X secolo, periodo durante il quale questa piazza veniva utilizzata come sede del mercato, rappresentando un centro nevralgico per la vita della città, punto di incontro di commercianti e abitanti del luogo.

La costruzione di edifici in prossimità della piazza e di soluzioni abitative ebbe inizio a partire dal XII secolo. La piazza dunque mutò e si trasformò da zona di commercio ad area di interesse anche residenziale.

Un nuovo punto di svolta si ebbe nel XIV secolo, periodo in cui fu realizzato il municipio della Città Vecchia e fu portata a termine la costruzione della chiesa della Vergine Maria di Tyn. La piazza divenne dunque un’area importante anche dal punto di vista politico e spirituale.

Piazza della città vecchia

Nel corso dei secoli questa piazza fu utilizzata per svariati eventi e fu teatro di numerosi avvenimenti di rilevanza storica. Tra questi è doveroso segnalare l’esecuzione di Jan Zelivsky e la decapitazione il 21 giugno 1621 di ventisette protagonisti della resistenza degli stati cechi nei confronti degli Asburgo.

Cosa vedere in Piazza della Città Vecchia

Di seguito sono raccolti alcuni consigli riguardo cosa vedere in piazza della Città Vecchia. Per organizzare al meglio la propria visita è consigliabile prepararsi in anticipo, così da stabilire i vari spostamenti ed essere certi di non dimenticare nulla di rilevante.

Orologio Astronomico

l'rologio astronomico di praga

L’orologio astronomico è considerato il simbolo di Praga ed è quindi una delle attrazioni principali della piazza. Realizzato nel XIV secolo, può essere etichettato come eccellenza di ingegneria. Il quadrante dell’orologio mostra l’idea dell’astronomia in epoca medievale, collocando la Terra al centro di tutto l’universo. Dal quadrante è possibile leggere l’ora in Repubblica Ceca, ma anche l’ora a Babilonia e in Europa centrale.

L’orologio è famoso anche per il suo complicato meccanismo. Alle ore 9.00 e 23.00 di ogni giorno si attiva e vengono mostrate le statue dei dodici apostoli. Secondo la leggenda questo meccanismo sarebbe stato realizzato dal maestro orologiaio Hanus. E’ possibile visitare la torre dell’orologio astronomico: il sito è aperto tutti i giorni, l’orario di chiusura è fissato alle 22.00.

Radnice (Municipio)

Il municipio, o meglio il complesso del municipio Radnice, è un altro punto di interesse di questa piazza. Realizzato nel XIV secolo, è divenuto nel giro di poco tempo un simbolo della capitale: sul palazzo con facciata color corallo si può leggere l’iscrizione Caput regni, voluta per ricordare Praga come capitale del regno di Boemia. Del complesso fa parte anche la casa al minuto, caratteristica per la facciata ricca di figure.

Chiesa di Santa Maria di Tyn

la chiesa di santa maria di tyn

La chiesa di Santa Maria di Tyn è una delle chiese più conosciute nel comune di Praga ed è uno dei simboli della città. Il nome deriva dalla sua posizione geografica, la chiesa sorge infatti proprio di fronte al mercato di Tyn. La costruzione di questo edificio sacro prese il via nel 1365 durante il regno di Carlo IV, per la conclusione dei lavori fu necessario attendere oltre un secolo, la chiesa fu completata infatti nel 1511.

Dall’esterno questa chiesa è facilmente riconoscibile per le sue guglie caratteristiche. Suggeriamo di fare anche una visita dell’interno di questo edificio religioso, che lascia i turisti entusiasti per il suo stile barocco. All’interno è ospitata inoltre la tomba di Tyco Brahe, che è stato uno dei più importanti astronomi di sempre.

Chiesa di San Nicola

La chiesa di San Nicola

La chiesa di San Nicola è un altro luogo di interesse riguardo cui è utile recuperare delle informazioni. Costruita a partire dal 1732, questa chiesa venne consacrata nel 1737 e divenne fin da subito un luogo di culto di vitale importanza a Praga. Anche questa chiesa si presenta con uno stile barocco e l’interno dell’edificio merita una visita.

La chiesa di San Nicola continua a essere un luogo di attività sociale anche ai giorni nostri, è infatti sede di numerose iniziative e in particolare di concerti di musica barocca e classica. La chiesa ospita uno stupendo organo settecentesco, che i turisti possono ammirare durante la loro visita.

Palazzo Kinsky

Il palazzo Kinský sorge in prossimità della chiesa di Santa Maria di Tyn ed è attualmente sede della galleria nazionale. La costruzione iniziò nel 1755 sotto la direzione di Anselmo Lurago e fu portata a termine nel 1765.

Inizialmente il palazzo ospitò una scuola di lingua tedesca, che venne frequentata da numerosi personaggi illustri, tra cui anche Franz Kafka. Questo edificio è considerato oggi uno dei palazzi più belli di Praga, se non addirittura la più bella opera architettonica in stile Rococò che si può trovare nella capitale della Repubblica Ceca.

Monumento a Jan Hus

il monumento dedicato a Jan Hus

Tra i monumenti da vedere assolutamente quando si visita Praga rientra quello dedicato a Jan Hus. Realizzato nel 1915, è stato collocato proprio al centro della piazza della Città Vecchia e ne è diventato un elemento centrale. Questa statua è stata creata per commemorare Jan Hus, religioso e martire che fu condannato al rogo nel 1415 e che oggi è ricordato come uomo emblematico per il nazionalismo ceco.

Le diverse case

Per una visita completa della piazza della Città Vecchia non si può fare a meno di dare uno sguardo anche alle principali case che sorgono nelle vicinanze, alcune delle quali sono diventate molto famose nel corso degli anni.

Una delle più conosciute è la casa della campana di pietra o at the stone bell, situata al numero 13 a poca distanza dal palazzo Kinský. Questa casa venne costruita per la regina Elisabetta I e il suo nome è legato alla presenza di una campana di pietra che si trova all’angolo del palazzo. Questa casa è oggi di proprietà del comune di Praga, che sfrutta l’edificio per organizzare eventi culturali di vario genere.

La casa alla pietra della Vergine Maria sorge al numero 16 ed è ricordata soprattutto per i ritratti dei Re Magi e di San Venceslao, che è il patrono della Repubblica Ceca. Vicino a questo edificio sorge poi la casa alla tavola di pietra, attualmente sede di un ristorante, ma in passato luogo di incontro di personaggi illustri come Franz Kafka, Albert Einstein, Franz Werfel e Max Brod.

Ai piedi della torre dell’orologio si trova il palazzo al minuto, riconoscibile per gli affreschi di epoca rinascimentale e per l’iscrizione Caput Regni. Da ricordare infine la casa all’unicorno che si trova al numero 20 e la casa Stepanovsky che si trova al numero 29.

Dove si trova e come arrivare

Vediamo ora dove si trova la piazza della Città Vecchia. L’indirizzo di questa piazza è Staroměstské nám., 110 00 Josefov, in una posizione comoda da raggiungere e vicina ad altri luoghi di interesse per i turisti.

Per arrivare senza difficoltà in questa piazza si possono utilizzare i mezzi pubblici. Con la metropolitana linea A si può scendere alla fermata Staromestska, oppure si possono utilizzare le linee 17 e 18 del tram, scendendo sempre alla stessa fermata.

La piazza può essere raggiunta anche a piedi, facendo una passeggiata attraverso il quartiere di Staré Mesto e percorrendo in particolare la via imperiale della Karlova. Si tratta di una passeggiata molto piacevole, durante la quale ci si può fermare nei negozi locali per acquistare dei souvenir (ed evitare così il centro commerciale!), in uno dei tanti bar per bere un caffè, oppure in uno dei ristoranti per un pasto veloce o più sofisticato.

Cosa vedere nelle vicinanze