Castello di Praga: Cosa Vedere e Come Arrivare

Aggiornato il:

castello di praga

Il Castello di Praga è una delle realizzazioni architettoniche più grandi ed imponenti d’Europa, nonché un punto importantissimo della conoscenza e del viaggio a Praga.

Avventurarsi alla scoperta di questo luogo magico senza la guida di un esperto, tuttavia, potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio, viste le tantissime opportunità di interesse che questo luogo storico conserva tra le sue mura.

All’interno di questo articolo, perciò, vedremo tutto quello che bisogna sapere sul Castello di Praga, Castello Gotico, tra le informazioni su cosa si trova al suo interno e qualche indicazione sul come arrivare. Pronti a fare un giro nella storia?

Iniziamo!

Cosa vedere all’interno del castello di Praga

Il Castello di Praga è una delle principali attrazioni turistiche della città di Praga, capitale della Repubblica Ceca. È il più grande castello medievale d’Europa e, al contempo, uno dei più grandi castelli di quest’epoca mai realizzati al mondo.

Una realizzazione originale datata IX secolo, successivamente ampliata e modificata attraverso i secoli in base alle richieste del momentaneo ospite principale. Il castello include ad oggi una serie di edifici storici e artistici, tra cui la Basilica di San Vito, la Cattedrale di San Vito, la Sinagoga ebraica ed il Palazzo Reale.

Il Castello di Praga è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1992 ed oggi figura come un luogo di spicco completamente aperto al pubblico. Una delle principali attrazioni turistiche della Repubblica Ceca ed una delle principali attrazioni storiche e culturali d’Europa.

La sua storia, la bellezza dei suoi edifici e la vista panoramica sulla città di Praga rendono questo luogo unico e imperdibile, ma siamo sicuri di conoscere cosa vedere al suo interno?

Cattedrale di San Vito

cattedrale di san vito

Tra i principali punti di interesse che è possibile rintracciare all’interno del Castello di Praga, la Cattedrale di San Vito è una chiesa cattolica imperdibile per chi vuole conoscere a fondo la storia di questo luogo.

Realizzata anch’essa nel IX secolo, come chiesa benedettina e successivamente consacrata a San Vito (martire cristiano del III secolo) è famosa per le sue belle vetrate gotiche e per la sua posizione panoramica sulla città di Praga. Luogo di sepoltura dei re boemi, la Cattedrale è uno dei principali luoghi di interesse del Castello di Praga, che attrae numerosi turisti ogni anno.

Un’attrazione unica ed imponente, grazie ai suoi 124 metri di lunghezza e 60 di altezza.

Vicolo d’oro

Tra le tappe più eccentriche e particolari della visita al Castello di Praga troviamo ovviamente il Vicolo d’oro.

Dal ceco “Zlatá ulička“, si tratta di una piccola strada situata all’interno del Castello di Praga, con una lunghezza di soli 215 metri ed in collegamento diretto con la Piazza della Cattedrale. Il vicolo d’oro è famoso per le sue case medievali in legno e per le sue botteghe di artigianato, che vendono souvenir e oggetti d’arte di qualsiasi genere.

Il Vicolo d’Oro è uno dei luoghi più fotografati del Castello di Praga, soggetto di ritratti in pixel evocativi e carichi di emozione. Nel medioevo fu abitato dalla popolazione ebraica, che aveva qui la sua sinagoga, anche se ne fu disposto lo sgombero a partire dal 1955. Ad oggi, il Vicolo D’Oro inabitato sfrutta le sue coloratissime case per ospitare una particolare esposizione, che racconta la vita all’interno di questo angolo di Praga.

Antico Palazzo Reale

Come abbiamo già ripetuto più volte, il Castello di Praga è un luogo in cui storia ed arte si fondono alla perfezione. Il noto Vecchio Palazzo Reale è un esempio lampante di tale connessione, che avrebbe bisogno di un bel po’ di tempo per essere vissuto e compreso.

Fu la residenza dei Re boemi dal IX secolo fino al 1784, quando la corte fu definitivamente trasferita a Vienna. Il palazzo è composto da una serie di edifici costruiti in diversi periodi storici, tra cui la Basilica San Giorgio, la Sala delle Coppe e la Sala degli Stemmi. Il palazzo ospita anche la famosa Sala delle Vittorie, decorata con affreschi raffiguranti le vittorie del re Jan Žižka nella Battaglia di Grunwald del 1410.

Il Vecchio Palazzo Reale è stato ristrutturato molte volte nel corso della storia, e oggi è uno dei principali luoghi turistici della città, con molte sale e cortili aperti al pubblico ( Sala delle Colonne, la Sala delle Vacche e la Sala delle Guardie, ad esempio). Il palazzo ospita anche le collezioni del Museo Nazionale di Praga, che comprende opere d’arte, ceramiche, arazzi e armi medievali.

Basilica di San Giorgio

basilica di san giorgio

La Basilica di San Giorgio porta il nome del luogo di fede più antico che possa sorgere all’interno del Castello di Praga. Parliamo infatti della chiesa più datata, la cui prima costruzione si stima essere avvenuta nei primi venti anni del 900 d.c..

Dopo l’assedio di Praga, nel 1142, la chiesa dovette subire una serie di lavori e di restauri, per porre sistemazione ai danni causati durante lo stesso assedio. Nel 1151 la chiesa tornò quindi ufficialmente operativa, contando anche sull’aggiunta di due nuove torri. L’aspetto attuale della chiesa si deve proprio a questo intervento, seguito poi dall’aggiunta di una cappella dedicata a Santa Ludmilla.

Ad oggi, la Basilica è una meta perfetta per chi desidera entrare nella storia di Praga, conoscendo i suoi protagonisti (sepolti al suo interno) e scoprendone l’aspetto romanico, ripristinato come l’originale nel 1908 da F. Mach.

Ottieni accesso a oltre 70 attrazioni e risparmia sul costo dei biglietti con il Prague CoolPass.

Torre Daliborka

La Torre Daliborka, come ci suggerisce il nome, è una torre cilindrica che fu costruita nel 1496 come prigione per i criminali di alto rango.

La torre prende il nome da un prigioniero noto come Dalibor, un suonatore di viola che visse da prigioniero proprio tra le mura di questa torre, per ben 14 anni. La torre è diventata un luogo di interesse storico e turistico, oggi visitabile tramite visita guidata.

Torre Nera

La Torre Nera nel Castello di Praga, nota anche come la Torre del Powder o la Torre di Vladislav, è una delle torri del complesso.

Fu costruita nel 1475, inizialmente come magazzino per la polvere da sparo e successivamente utilizzata come deposito per le armi. Nel XIX secolo fu adibita a prigione, principalmente pensata per i debitori. La torre è famosa per le sue leggende, tra cui quella di un tesoro nascosto e di un fantasma di un cavaliere senza testa.

Si dice anche che l’appellativo di “nera” derivi da un incendio che tinse le pareti di nero.

Torre Bianca

La Torre Bianca è un’altra delle grandi torri del complesso del castello.

All’origine, anch’essa fungeva da prigione totalitaria, pensata però per tenere prigionieri i nobili con crimini all’attivo.

Torre delle Polveri

Tra i grandi nomi del castello di Praga, quello della Torre delle Polveri è sicuramente un’immancabile scoperta. Fu realizzata nel XV secolo, con lo scopo di fornire supporto alle fortificazioni del Castello.

Utilizzata come porta di accesso alla città vecchia, questa torre alta ben 44 metri è uno dei punti focali attraverso il quale, i cortei reali, passavano durante le incoronazioni. Fu questo a renderla famosa, ed oggi ancora spesso visitata.

I giardini

giardini del castello di praga

Infine, il guizzo di verde più interessante viene conferito dai Giardini Reali del Castello di Praga, che si estendono in maniera completamente parallela sul perimetro lungo del Castello.

Un giardino completo di statue rinascimentali o datate barocco, ospitante persino residenze storiche ed edifici dal grande carattere culturale. La fontana cantante è l’opera più famosa situata all’interno di questi giardini.

La storia del castello di Praga

Il Castello di Praga (noto come Pražský hrad) è il castello a corpo unico più grande del mondo, situato nella città di Praga e con una superficie totale di circa 70.000 metri quadrati.

Fu realizzato attorno al IX secolo con l’obiettivo di fungere come residenza reale boema, anche se nel corso dei secoli fu poi ampliato con ulteriori costruzioni e realizzazioni di vario genere. In epoca romanica, ad esempio, furono realizzati la Basilica di San Giorgio ed il Palazzo Reale, insieme alle fortificazioni e ad alcune delle torri più note. È stato poi la sede dei re boemi, dell’Impero austro-ungarico e della Repubblica Ceca, con nomi che portarono a grandi riedificazioni cominciate proprio nel 1300 e terminate addirittura nel 1929.

La commissione iniziale della nuova Cattedrale Gotica (oggi appunto il Castello di Praga), avvenne proprio in periodo Gotico, ad ordine di Carlo IV. La costruzione fu poi interrotta e conclusa nel 1929. Durante quegli anni, persino gli Italiani misero mani alle forme del Castello di Praga, come fece ad esempio Anselmo Martino Lugaro, il quale realizzò la Cappella della Santa Croce, così come anche vi lavorò Peter Parler, che realizzò il Ponte sul fiume.

Dove si trova

Il Castello Di Praga è uno degli edifici più importanti della città e di tutta la Repubblica Ceca. Noto anche come Pražský hrad, il Castello si trova su un’altura sulla riva sinistra del fiume Moldava, dominando la città dall’alto.

Il quartiere del Castello è noto come Hradčany, e si trova in un punto piuttosto strategico della città, sia oggi che ai tempi in cui fu realizzato.

Come arrivare

Qualora si desiderasse visitare il Castello di Praga (con gli appositi biglietti per il castello per un tour guidato) sarebbe comunque necessario sapere esattamente come raggiungere il castello.

Con i mezzi, l’opzione più comoda è prendere il tram numero 22 o 23 e scendere alla fermata Pražský hrad. Con la metro è invece possibile scendere a Malostranská prendendo la linea A e facendo poi 10 minuti a piedi.

L’opzione più consigliata è comunque quella di camminare verso il castello di Praga, in modo da assaporare tutte le meraviglie architettoniche presenti sul suolo pubblico. I percorsi possono interessare diversi punti di interesse, con chiaramente diverse distanze dal Castello.

Cosa vedere nelle vicinanze