Isola di Kampa: Cosa Vedere, Info e Come Arrivare

Aggiornato il:

isola di kampa

Sul versante ovest del fiume Moldava si trova l’isola di Kampa, un’isola artificiale che è divenuta una delle principali attrazioni della capitale della Repubblica Ceca. Nota anche come la Venezia di Praga, quest’isola artificiale merita di essere visitata durante la propria vacanza a Praga.

In questa guida vedremo le origini dell’isola di Kampa, dove si trova, quali sono le attrazioni da scoprire su quest’isola e cosa è possibile vedere nelle vicinanze.

Le origini dell’isola di Kampa

Le prime testimonianze storiche riguardo l’isola di Kampa risalgono al XII secolo. Non vi sono in realtà documenti storici ufficiali che descrivono nello specifico la realizzazione di quest’isola artificiale e del canale del diavolo che l’ha separata dal quartiere Malà Strana, ma essa viene citata in più reperti.

Dal punto di vista urbanistico, quest’isola appartiene oggi al quartiere Malá Strana, da cui risulta divisa dal cosiddetto canale del diavolo. Secondo la leggenda il nome di questo canale è legato alle vicende di una donna indemoniata che viveva nelle vicinanze dell’isola.

In passato lo scorrere dell’acqua in questo canale è stato sfruttato per mettere in movimento i mulini. Tra quelli più suggestivi bisogna citare il mulino del Gran Priore, la cui costruzione risale al 1400 circa. L’acqua del canale veniva impiegata dagli abitanti del luogo anche per lavare i vestiti.

Cosa vedere

Per organizzare al meglio la propria visita dell’isola di Kampa è utile fare un elenco delle principali attrazioni da vedere. Vediamo di seguito quali sono e scopriamo le informazioni più importanti su ciascuna di esse.

Il canale del diavolo e i mulini

Il canale del diavolo – conosciuto come Čertovka nella lingua locale – è il canale artificiale di circa 700 metri lungo il quale scorre parte dell’acqua del fiume Moldava. Questo canale rappresenta la separazione tra il quartiere di Malá Strana e l’isola artificiale di Kampa.

L’acqua di questo canale in passato è stata utilizzata per mettere in movimento le ruote dei mulini, i quali sono oggi una delle principali attrazioni della zona. Uno dei più importanti è il Mulino del Gran Priore, che negli scorsi anni è stato protagonista di un progetto di ristrutturazione. La sua ruota di 8 metri di diametro risulta tuttora funzionante.

Muro di John Lennon

Dopo la visita al mulino del Gran Priore si può proseguire verso la piazza del Gran Priore. Insieme alla piazza Na Kampé, questa è una delle zone centrali e maggiormente vitali dell’isoletta. La piazza ha interesse storico e artistico per il muro di Lennon, che è diventato il simbolo dell’opposizione al regime comunista.

In passato su questo muro venivano apposte delle scritte di protesta politica, che le autorità del luogo provvedevano a rimuovere. L’attività delle autorità locali non era però sufficiente, infatti le scritte venivano prontamente rimpiazzate.

Il Parco

Il parco di Kampa è un’altra attrazione da non perdere durante la visita dell’isola. Quest’area naturalistica consente di prendere una boccata d’aria pulita lungo la sponda del fiume Moldava, ma anche di ammirare delle interessanti opere d’arte, magari organizzando un picnic nelle aree attrezzate.

Nel parco di Kampa sono state collocate infatti delle statue in bronzo realizzate dal famoso scultore ceco David Cerny. Le sue opere si trovano non solo sull’isoletta artificiale, ma anche in giro per la città di Praga.

Vicino al museo Kampa si trova la composizione scultorea nota come Bambini di bronzo. Si tratta di tre statue alte circa due metri e con un peso di circa un quintale che rappresentano tre bambini mentre gattonano. La particolarità risiede nel loro volto, che presenta una sorta di codice a barre. Il significato di questa rappresentazione non è chiaro, secondo alcuni critici d’arte potrebbe essere inteso come una critica alle manipolazioni genetiche.

statue in bronzo nel parco di Kampa
Le statue in bronzo nel parco di Kampa

Nei pressi della Zizkov Television Tower sono state posizionate altre dieci statue, realizzate in laminato nero e rappresentanti lo stesso soggetto.

Il museo Kampa

Gli amanti dell’arte dovrebbero visitare il museo Kampa che ospita collezioni di arte moderna centro-europea. Inaugurato nel 2003 nei Mulini di Sova, questo museo è oggi noto in particolare per le oltre 200 opere del pittore astratto František Kupka e per le opere dello scultore Otto Gutfreund.

Il museo ospita diverse altre opere d’arte, alcune delle quali potrebbero risultare bizzarre a chi non ha dimestichezza con l’arte contemporanea e potrebbe avere difficoltà a comprenderne il messaggio. Tra queste segnaliamo le sedie giganti, i pinguini fluorescenti e i bambini rappresentati senza volto.

Piazza Na Kampé

La piazza Na Kampé è la piazza principale di questa piccola isola artificiale e rappresenta uno dei luoghi più vivi di tutta l’area. I turisti possono arrivare direttamente in piazza percorrendo il Ponte Carlo e scendendo la doppia rampa di scale che mette in collegamento il centro di Praga con l’isoletta di Kampa.

Nei dintorni della piazza sorgono non solo le case degli abitanti del luogo, ma anche i più famosi alberghi, ristoranti e locali di questo piccolo quartiere. Ogni anno durante il mese di settembre la piazza ospita il mercatino delle ceramiche, evento che rappresenta un’ottima occasione per acquistare un manufatto di arte locale.

Dove si trova e come arrivare

L’isola di Kampa si trova sul lato ovest del fiume Moldava ed è facilmente raggiungibile partendo dal centro della città. Chi vuole raggiungere l’isola a piedi può percorrere il Ponte Carlo, che consente di arrivare nella zona settentrionale dell’isola partendo dalla Città Vecchia.

Chi preferisce spostarsi con i mezzi pubblici può invece arrivare sull’isola di Kampa utilizzando uno degli autobus o dei tram che percorrono la tratta che passa per il centro città. In alternativa la destinazione può essere raggiunta in taxi, mezzo di trasporto che richiede però una spesa maggiore rispetto al servizio pubblico.

Dal momento che l’isola di Kampa si trova nelle vicinanze del castello di Praga e del quartiere Malá Strana, è possibile prevedere in un’unica giornata la visita di tutti questi luoghi. Il nostro consiglio è di organizzare in anticipo un itinerario che includa isola artificiale di Kampa, castello di Praga e passeggiata per le viuzze del quartiere Malá Strana.

Tour e biglietti

L’isola di Kampa può essere visitata autonomamente mentre si passeggia per Praga, o in alternativa essere vista da uno dei tanti tour, specialmente in barca, che la includono.

Di seguito i tour consigliati.

Cosa vedere nelle vicinanze